sabato 3 febbraio 2018

Polline fresco o polline secco, qual è la differenza?

Qual è la differenza tra queste due tipologie di polline? 
Molti ce lo chiedono quando proponiamo le due versioni di polline: in barattolo secco oppure in vaschetta fresco e congelato.

La domanda sorge spontanea: qual è la differenza tra il polline secco e il polline fresco?
Fondamentalmente nessuna.

Ciò che cambia dal polline fresco a quello secco è la consistenza e le modalità di conservazione.
Il polline fresco può essere conservato in barattolo di vetro in un luogo fresco e asciutto, mentre il polline fresco, essendo congelato, va tenuto in congelatore e tirato fuori all'occorrenza.
La consistenza dei due è diversa perché il polline fresco, una volta in bocca, risulta quasi "burroso"  ha profumo e gusto molto più marcato rispetto al polline secco.

Polline secco in barattolo ... ha dei colori bellissimi!

Come mangiare il polline? Quali sono le dosi? 
Il polline può essere mangiato nello yogurt, con i cereali o così da solo, in semplicità.
Le dosi del polline sono 1 cucchiaio a colazione.

Le proprietà tra il polline fresco e il polline secco non cambiano, hanno gli stessi benefici, anche se il polline secco perde alcuni nutrienti dovendo subire l'essiccazione.

Il polline secco viene essiccato il giusto tempo perché eviti di generare muffa e non perda tutte le sue proprietà (ci vuole occhio e l'esperienza dell'apicoltore esperto) e poi viene abbattuto in freezer per 4 giorni.

Volete del polline secco italiano? Noi lo raccogliamo dalle zampette delle nostre api!

Nessun commento:

Posta un commento