sabato 6 maggio 2017

Fake news sul cibo, diciamo no! #stopfakeatavola

Ci uniamo anche noi alla Coldiretti: #stopfakeatavola perché è un argomento che ci tocca da vicino visto che abbiamo deciso di investire in un blog per condividere informazioni corrette circa l'apicoltura e i prodotti derivati, essendo noi apicoltori da oltre trent'anni.

"Il web diventa anche un luogo di confronto per le scelte con il 53% degli italiani che almeno qualche volta lo ha utilizzato per confrontare prezzi o raccogliere informazioni sulla qualità dei prodotti alimentari" (Comunicato stampa, Coldiretti, ottobre 2016)
tuttavia, 
"Tre italiani su quattro (66%) sono preoccupati dell’impatto di quello che mangiano sulla salute anche per effetto delle fake news sulle caratteristiche dei cibi che si moltiplicano in rete e spingono a comportamenti insensati e anche pericolosi". 
(Comunicato stampa, Coldiretti, maggio 2017)


Quello che più preoccupa è che informazioni sbagliate riguardo il cibo influenzano in modo preoccupante la salute delle persone.
Pensiamo a diete sbilanciate o falsi miti (come ad esempio che l'ananas fa dimagrire). 

Internet è un mare di informazioni e notizie: straordinario ma anche terrificante!
Ecco perché quando si leggono articoli (giornali on-line, blog o post in social network) si deve sviluppare l'occhio critico nell'individuare la fonte. 
La fonte ci può far capire se quello che si legge è attendibile o no. 

Altro passo è cercare più articoli che trattano lo stesso argomento, in questo modo ci si può formare un'idea più precisa riguardo l'argomento e capire se tutte le informazioni che leggiamo sono vere o false. 

Ultimo step: la conoscenza diretta con il produttore.
"Un arricchimento culturale che, con la conoscenza diretta, contribuisce a combattere le fake news, ma anche ad adottare comportamenti di acquisto più informati e consapevoli"
(Comunicato stampa, Coldiretti, maggio 2017)
Concordiamo totalmente con quanto affermato da Moncalvo, Presidente di Coldiretti. 

Chiedere a chi produce in prima persona ciò che mangeremo, è la via migliore per avere informazioni vere e sicure, inoltre fa piacere ricevere domande e vedere persone interessate al nostro lavoro (ve lo possiamo garantire!). 

Fateci domande sul nostro lavoro, ne saremo felici, garantito! 



Nessun commento:

Posta un commento